Premiata in Comune la squadra di tennis in carrozzina della Baldesio

Questo articolo è presentato da:

La squadra di tennis in carrozzina della Canottieri Baldesio è stata accolta nella Sala della Consulta del Palazzo Comunale di Cremona dal Sindaco Gianluca Galimberti e dall’Assessore allo Sport Luca Zanacchi.

Alcuni tennisti, tra cui Giovanni Zeni (capitano), Dario Benazzi e Constantin Mircea, in rappresentanza anche di Nazareno Petesi, Matteo Sbordi e Andrea Cinquetti, accompagnati dal presidente Stefano Arisi, dal consigliere del tennis Tomaso Tavella, dal team manager Alceste Bartoletti, dall’allenatore Roberto Bodini e dal vice Aldo Tozzi, hanno ricevuto i complimenti per la recente conquista del titolo di Campione Regionale a Squadre e la targa a ricordo di questo brillante risultato.

La Baldesio si è aggiudicata il titolo, battendo in una finale avvincente e molto equilibrata sui campi del Circolo Tennis Forza e Costanza di Brescia, l’Active Sport, al termine di un campionato iniziato a febbraio e che ha visto la partecipazione di una decina di squadre di tutta la regione.

Il Sindaco e l’Assessore allo Sport hanno ringraziato per il trofeo portato all’ombra del Torrazzo ed hanno avuto parole di elogio non solo per i risultati raggiunti in questi anni, ma per l’impegno e l’esempio di integrazione che, atleti e dirigenti della Baldesio, danno alla società civile e ai giovani, con l’augurio che altre persone con disabilità si possano avvicinare al tennis in carrozzina in particolare e agli sport paralimpici in generale.

Stefano Arisi ha sottolineato l’impegno che i ragazzi hanno profuso per la conquista del trofeo, spiegando come questa disciplina sportiva stia prendendo piede anche in campo femminile e nei più giovani, diventando anche un momento educativo.

Tomaso Tavella ha sottolineato come i soci della Canottieri apprezzino ed abbiano integrato benissimo l’attività del tennis in carrozzina.

Alceste Bartoletti ha sottolineato la fortuna di essere stati accolti ed inseriti a pieno titolo all’interno della Baldesio, che offre gratuitamente le sue strutture per la pratica di questa disciplina e che grazie al volontariato dei tecnici e dei dirigenti consente lo svolgimento dell’attività e la sua continua crescita.

Ha ricordato inoltre che il “Progetto sociale” della Baldesio si caratterizza anche attraverso esibizioni dimostrative ed incontri con gli studenti negli Istituti Scolastici, confermando al Comune di Cremona la propria disponibilità a proseguire su questa strada, appena le condizioni sanitarie e di sicurezza ne consentiranno la ripresa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here